fr en es pt nl de

prossimo

Скоро сайт будет доступен на русском языке. Strona będzie wkrótce dostępna w języku polskim. 该网站即将推出中文版

Africa

America del Nord

Asia

Centroamerica & Caraibi

Europa

Francia

Oceania

Sudamerica

Vicino e Medio Oriente

Organizza il tuo viaggio su misura Kazakistan con un'agenzia locale !

Desidero partire a
Chi è in viaggio?

Ricevere proposte personalizzate gratuite e non vincolanti in pochi click

  • Descriveteci il vostro progetto di viaggio: i vostri desideri e le vostre esigenze
  • Inviamo la vostra richiesta alle agenzie locali
  • Ricevi fino a 4 preventivi personalizzati gratuiti
  • Scegliete l'agenzia locale che fa per voi

Lasciare in Kazakistan

#Un mondo tra due mondi In Kazakistan siete già in Asia centrale, ma non avete ancora lasciato la Russia. Le steppe sono kazake, le città sono russe. Un'occasione unica per camminare tra due mondi, due universi, due culture. La transizione sarà agevole, i russi vivono per lo più al nord, ma anche nella regione di Almaty, e i kazaki sono molto presenti nella steppa. Questo è anche il motivo per cui il presidente Nazarbaev ha spostato la capitale a nord. Tra le cinque ex repubbliche socialiste sovietiche dell'Asia centrale, il Kazakistan è certamente quella che ha mantenuto i legami più stretti con Mosca e il grande fratello russo. La lingua russa è ancora una delle due lingue ufficiali. Nelle città, anche se tutte hanno recuperato il loro nome kazako (Semipalatinsk è tornata ad essere Semey, Ust-Kamenogorsk è tornata ad essere Öskemen?), la presenza russa è ancora molto forte e alcuni quartieri sembreranno più vicini a Mosca o a San Pietroburgo che all'idea che si ha di territori nomadi.
Fuori dai sentieri battuti: In generale, in Kazakistan, non appena vi troverete a più di 10 km da una stazione ferroviaria o di autobus, sarete fuori dai sentieri battuti. Il Paese, dal punto di vista turistico, è allo stadio embrionale e se orde di uomini d'affari già attraversano la regione per le sue ricchezze di gas e petrolio, innumerevoli tesori turistici rimangono difficilmente accessibili. Nella regione di Aktau, molte fortezze sotterranee e moschee attendono ancora i loro archeologi. Nell'Alta Montagna si contano appena 200 visitatori all'anno, la maggior parte dei quali sono ricercatori o appassionati di uccelli. Inoltre, ci sono le regioni che sono state a lungo vietate, come Semey, a causa dei test nucleari, Bakonur per i lanci di razzi o Karaganda, per i gulag. Tante soste dove sarete tra i primi occidentali a mettere piede, che arricchiranno ogni soggiorno con una sensazione unica di scoperta. La controparte sarà quella di armarsi di pazienza per arrivarci: l'infrastruttura è agli inizi e i turisti hanno poco aiuto da aspettarsi dalle agenzie locali, a parte la prenotazione dei biglietti.

Amanti della steppa

Questo è il vostro paradiso in terra. La steppa copre l'82% dei 2,7 milioni di chilometri quadrati del Kazakistan. Quando si sa che la densità media del paese è di 6 abitanti per km2, gli amanti della solitudine e dello spazio infinito non avranno problemi a decidere di andarsene. In treno, è possibile attraversare il paese in tre giorni senza vedere una sola persona attraverso il finestrino fuori dai piccoli villaggi di sosta. Tuttavia, per poterne trarre il massimo vantaggio e farne un po' a piedi, è necessaria una solida organizzazione o il supporto di un'agenzia locale affidabile, in quanto non è stata ancora sviluppata alcuna infrastruttura turistica in quella che costituisce la stragrande maggioranza del paese.

Il mare

Mentre l'Asia centrale è la regione più chiusa al mondo e la più lontana da qualsiasi mare aperto, il Kazakistan ha due mari ai suoi confini. Uno, il Mare di Aral, che condivide con l'Uzbekistan, sta risorgendo dalle sue ceneri, ma anche al ritmo attuale ci vorranno molti anni per tornare al livello degli anni '60, se mai lo farà. Dimenticate il turismo balneare nella regione di Aralsk. Un costume da bagno sarà invece d'obbligo per fare un tuffo nel Mar Caspio, sulle poche spiagge intorno ad Aktau che cominciano ad essere organizzate con alberghi, sdraio e ombrelloni. Particolarmente piacevole in estate, quando il termometro sale a 50°C!

Resti della Guerra Fredda

Gli appassionati di storia avranno una giornata sul campo in Kazakistan con i numerosi siti visitabili (con una buona organizzazione e buoni contatti locali), ognuno dei quali è una testimonianza unica della guerra fredda e dello sviluppo dell'URSS: il cosmodromo di Bakonur per la corsa alle stelle, il quadrilatero di Semipalatinsk per la corsa agli armamenti, Aralsk per la scomparsa del Mare di Aral, Karaganda per i gulag? Molte agenzie hanno capito che le tragedie che avevano colpito queste regioni potevano oggi costituire una grande risorsa per lo sviluppo nel campo del turismo, Anche se rimane difficile, sia in termini di organizzazione che di sicurezza, organizzare escursioni a Bakonur o a Kurchatov, è comunque possibile e, naturalmente, emozionante.



Perché scegliere un'agenzia locale?

  • Ogni agente locale vive sul posto ed è un esperto della destinazione.
  • Il vostro soggiorno sarà al 100% su misura e adattato a tutti i vostri desideri.
  • Il vostro agente locale sarà sempre disponibile per garantire che il vostro viaggio sia in linea con le vostre aspettative.
  • Approfittate dei migliori prezzi essendo direttamente in contatto con l'organizzatore in loco.

Viaggiatori che hanno visitato Kazakistan è piaciuto anche

I media ne parlano