Organizza il tuo viaggio su misura in
Azerbaigian con un'agenzia locale !


Descriveteci il vostro progetto di viaggio: i vostri desideri e le vostre esigenze

Inviamo la vostra richiesta alle agenzie locali

Ricevi fino a 4 preventivi personalizzati gratuiti

Scegliete l'agenzia locale che fa per voi

Perché andarsene in Azerbaigian ?

L'Azerbaigian è un crocevia tra Oriente e Occidente, un corridoio tra il Mar Caspio e il Caucaso, ed è stato influenzato da molte culture nel corso degli anni: Persiana, mongola, russa, per citare solo le più importanti. Questa posizione geografica e la varietà culturale si traduce in un patrimonio architettonico ricco e diversificato, che è una delle principali attrazioni del Paese. La città più rappresentativa di questo patrimonio è ovviamente la capitale, Baku, che è stata costruita in strati successivi nel corso dei secoli. Oggi, la città vecchia, protetta dai suoi solidi bastioni, la città del boom petrolifero del XIX secolo, con la sua architettura a colonnato di ispirazione europea, e la città moderna, con i suoi accenti sovietici gradualmente sostituiti dai nuovissimi edifici del nuovo boom petrolifero, coesistono qui. In poche strade si passa da un caravanserraglio di pietre massicce - dove è facile immaginare i cammellieri della Via della Seta che si raffreddano al soffice mormorio di una fontana - a una piccola Europa del secolo scorso. Ancora due gradini e i palazzi con le loro facciate a bugnato sono sostituiti dall'imponente volume del Museo Lenin e dalla magnifica passeggiata ombreggiata che apre Baku al Mar Caspio. Il fascino eterogeneo di Baku è rivaleggiato nel paese solo con l'armonia minerale di Sheki. La caravanserraglio, le antiche chiese, la fortezza e il palazzo riccamente decorato di questa città settentrionale ne fanno una destinazione da non perdere. Un piccolo concentrato del meglio che l'architettura dell'era della via della seta aveva da offrire.


Scarica un estratto gratuito della Guida Petit Futé

Preparazione del viaggio in Azerbaigian

Un prestigioso patrimonio storico Crocevia tra Oriente e Occidente, corridoio tra il Mar Caspio e il Caucaso, l'Azerbaigian è stato influenzato negli anni da molte culture: persiana, mongola, russa, per citare solo le più suggestive. Questa posizione geografica e la varietà culturale ha portato ad un patrimonio architettonico ricco e diversificato, che è una delle principali attrazioni del paese. La città più rappresentativa di questo patrimonio è ovviamente la capitale, Baku, che è stata costruita in strati successivi nel corso dei secoli. Oggi, la città vecchia, protetta dai suoi solidi bastioni, la città del boom petrolifero del XIX secolo, con la sua architettura a colonnato di ispirazione europea, e la città moderna, con i suoi accenti sovietici gradualmente sostituiti dai nuovissimi edifici del nuovo boom petrolifero, coesistono qui. In poche strade si passa da un caravanserraglio di pietre massicce - dove è facile immaginare i cammellieri della Via della Seta che si raffreddano al dolce mormorio di una fontana - a una piccola Europa del secolo scorso. Due passi più avanti, i palazzi con le loro facciate a bugnato sono sostituiti dall'imponente volume del Museo Lenin e dalla magnifica passeggiata ombreggiata che apre Baku al Mar Caspio. Il fascino eterogeneo di Baku è rivaleggiato nel paese solo con l'armonia minerale di Sheki. La caravanserraglio, le antiche chiese, la fortezza e il palazzo riccamente decorato di questa città settentrionale ne fanno una destinazione da non perdere. Una piccola concentrazione del meglio che l'architettura dell'era della Via della Seta aveva da offrire.

Una cultura fiorente

L'Azerbaigian è un Paese musulmano, e dalla caduta dell'URSS la canzone del muezzin risuona di nuovo ad ogni angolo di strada, in ogni villaggio del Paese. I minareti puntano le loro frecce all'orizzonte, le moschee fanno brillare le loro cupole tra le case di pietra, la vita è punteggiata da preghiere e celebrazioni religiose. Nonostante l'influenza musulmana, l'Azerbaigian è ufficialmente un Paese laico che rimane fortemente influenzato dal periodo sovietico, e l'Islam è quindi particolarmente tollerante. Mentre nella maggior parte dei Paesi musulmani l'accesso alle moschee e ai luoghi santi è vietato agli infedeli, e ancor più alle donne, l'Azerbaigian fa dell'Azerbaigian un punto d'onore per incoraggiare la scoperta della sua cultura religiosa. Un semplice velo (tutti i luoghi di culto lo hanno all'ingresso, poiché la maggior parte delle donne del Paese non sono velate) è sufficiente per entrare nelle moschee e nei mausolei e per visitare i luoghi di pellegrinaggio. Si tratta di un'occasione quasi unica per conoscere la cultura musulmana. Questo ha avuto un'influenza notevole e di lunga data sulla vita artistica del paese. La ricca creatività dell'Azerbaigian, espressa nella sua architettura e nella sua tradizione musicale e letteraria, deve molto alle influenze persiane e turche. La cultura azerbaigiana, anche la più tradizionale, è ancora molto viva nei musei della capitale. Feste e celebrazioni locali di ogni tipo sono l'occasione per i musicisti di mostrare il loro talento di cantanti mugam e per gli ospiti di recitare una delle tante poesie del repertorio locale. Una cultura ricca e antica sopravvive nella vita quotidiana delle città e delle campagne.

Una natura generosa

Mare, montagne, deserti, pianure, l'Azerbaigian offre tutto ciò che si può sognare in termini di paesaggi. Le spiagge del Mar Caspio, talvolta aperte su sorprendenti panorami di piattaforme petrolifere, sono una promessa di relax per il viaggiatore. Le montagne del Caucaso offrono una scelta quasi illimitata di escursioni, a piedi o a cavallo, verso le fortezze ereditate dalla Via della seta o verso i piccoli villaggi incastonati nelle valli. Le zone desertiche, punteggiate da vulcani di fango vicino alla capitale, nascondono tesori archeologici, perfettamente rappresentati dal sito di Gobustan, a poche decine di chilometri da Baku. Nelle pianure centrali del paese si può conoscere lo stile di vita agricolo nel cuore dell'Azerbaigian. Infine, le dimensioni relativamente piccole del paese permettono di scoprire tutte queste ricchezze naturali in un tempo molto breve. Insomma, una meta d'elezione per gli amanti della natura e delle esplorazioni fuori dai sentieri battuti. Uno stile di vita pieno di fascino Seduti sotto un pergolato vicino a un fiume, sorseggiando un tè dolce mentre si gusta un pezzo di formaggio con erbe aromatiche e gustosi spiedini di agnello... Il ritmo di vita degli azeri favorisce il relax, la condivisione di momenti semplici ma molto piacevoli! Intorno a una festa della gastronomia locale, magari accompagnata da una bottiglia del famoso vino rosso del Caucaso, leggermente dolce, o anche da un pizzico di caviale del Caspio, le conversazioni sono facili e la convivialità è sempre in ordine. Una visita in Azerbaigian è anche un'occasione per scoprire il ricco artigianato locale, noto in particolare per i suoi tappeti colorati e gli oggetti finemente intagliati realizzati dai fabbri locali che si possono ancora vedere all'opera. Una vera delizia per gli amanti dei pezzi vecchi o recenti, ma sempre prodotti con un know-how tramandato di generazione in generazione fin dal fiorente periodo della Via della Seta.