Organizza il tuo viaggio su misura in
Corea del Nord con un'agenzia locale !


Descriveteci il vostro progetto di viaggio: i vostri desideri e le vostre esigenze

Inviamo la vostra richiesta alle agenzie locali

Ricevi fino a 4 preventivi personalizzati gratuiti

Scegliete l'agenzia locale che fa per voi

Perché andarsene in Corea del Nord ?

La Corea del Nord solletica la curiosità dei backpackers alla ricerca di sensazioni forti e inaspettate. Emozioni perché se pensi di sapere cosa stai cercando - in modo casuale e in disordine: la sopravvivenza di uno stato totalitario comunista, l'eccessiva sorveglianza, il marchio di un soggiorno che quasi nessuno o quasi nessuno si rende conto, ecc..... - è molto difficile sapere in anticipo cosa ne verrà fuori. Una volta che siamo lì, sono proprio la nostra visione e i nostri preconcetti iniziali che cambiano, nel bene e nel male. Perché questo paese, per quanto sconosciuto al grande pubblico, è una star dei media! Così, lungi dall'agire come deterrente, le notizie negative dei media su alcune destinazioni, tra cui la Corea del Nord, alimentano anche la volontà dei viaggiatori di andarci per farsi una propria opinione, e il regime nordcoreano è certamente una delle destinazioni più attraenti per alcuni avventurieri.È il caso, ad esempio, di Andrew Swearingen, un danese che studia lingue a Oxford, che confessa di essere andato in Corea del Nord nel 2005 per morbosa curiosità, giustificando il suo viaggio con il fatto che la Corea del Nord deve essere uno dei regimi più totalitari del pianeta. È la prima dinastia comunista del mondo. Volevo vederlo con i miei occhi, e la Corea del Nord è in effetti, sotto questo aspetto, un compendio di contraddizioni tra l'aumento della sicurezza per i turisti (il regime non ha alcun interesse a privarsi della manna finanziaria che rappresentano) e un completo cambiamento di scenario. Un po' come un pesce rosso in una ciotola dorata, forse qualche volta.


Scarica un estratto gratuito della Guida Petit Futé

Preparazione del viaggio in Corea del Nord

Incontrare gli abitanti del Regno degli Eremiti: Visitare la Corea del Nord è naturalmente un modo per mostrare curiosità su un regime che non ha equivalenti nel 21° secolo. E' anche, e forse soprattutto, incontrare la popolazione nordcoreana, lontano dai luoghi comuni e dalle idee preconcette. Sarebbe quindi un peccato ridurre quel paese a un regime proprio. La Corea del Nord offre una ricca cultura, paesaggi bellissimi e gente cordiale e curiosa. Così, si va a visitare la vetrina del regime, e si ritorna dopo aver conosciuto la Corea del Nord e il suo popolo. Dominique Auzias, il co-fondatore di Le Petit Futé, che aveva deciso di creare la casa editrice per visitare tutti i paesi del mondo, al suo ritorno da un viaggio di tre settimane in Corea del Nord, ha detto, senza ulteriori commenti, che andando in questo paese era stato felice due volte: il momento in cui è entrato e quello in cui è partito.

Vai a controllare tu stesso

Andare lì significa confrontare ciò che ci viene detto nei nostri media quotidiani con la realtà. Significa controllare le informazioni su questo paese, che è numeroso ma spesso parassitato da idee preconcette. E significa anche vedere che, se da un lato c'è molto di più da criticare in Corea del Nord, dall'altro ci sono anche delle belle sorprese. Chi sa che molti appartamenti a Pyongyang hanno pannelli solari, che si possono vedere per strada bellissime berline tedesche o 4x4 americane? Si sente parlare solo delle sanzioni economiche, ma non di come alcuni Paesi dietro le sanzioni vendano i loro beni a una società, spesso cinese, che rivenderà tutto ai compratori nordcoreani e darà loro una parte dei profitti. Né ci viene detto che la maggioranza della popolazione attuale è nata sotto questo regime, sa solo quello che gli viene detto e, soprattutto, nient'altro, e che la vera Corea è la Corea. Andare in Corea del Nord vale quindi tutti i documentari e tutti i libri dedicati a quel paese, purché si sappia come aprire gli occhi.

Guarda la Corea del Nord e goditi il ritorno

Infine, il vero vantaggio di un viaggio in Corea del Nord è che quando si torna in Europa, si apprezza molto di più la libertà che si ha dopo averla mancata sul posto (in una certa misura, incomparabile con quello che sta passando la popolazione nordcoreana, ovviamente). E' abbastanza strano pensare che non si possa uscire dall'hotel di notte, che non si possa prendere l'autobus con la popolazione locale... Avere la libertà di muoversi liberamente nel proprio Paese è qualcosa di ovvio per noi, non per loro: i nordcoreani hanno bisogno di permessi per muoversi.