Organizza il tuo viaggio su misura a
Mayotte con un'agenzia locale !


Descriveteci il vostro progetto di viaggio: i vostri desideri e le vostre esigenze

Inviamo la vostra richiesta alle agenzie locali

Ricevi fino a 4 preventivi personalizzati gratuiti

Scegliete l'agenzia locale che fa per voi

Perché andarsene a Mayotte ?

Circondata da una barriera corallina a doppia barriera corallina lunga più di 150 chilometri e delimitata da una barriera corallina a frange, Mayotte ha una delle più grandi lagune chiuse del mondo. Interposto in alcuni punti da alcuni passaggi che permettono l'accesso dall'esterno, è un vero e proprio acquario a grandezza naturale che è il nostro. Le uniche due isole abitate di Mayotte, Petite-Terre e Grande-Terre, situate nel Canale di Mozambico, si trovano l'una di fronte all'altra e godono di una temperatura dell'acqua mai inferiore ai 25°C, grazie alle correnti del Lidean indiano.


Scarica un estratto gratuito della Guida Petit Futé

Preparazione del viaggio a Mayotte

Madre Natura per eccellenza: Mayotte con il suo cespuglio sorprende con la sua foresta pluviale tropicale, verde e rigogliosa. Abbonda di alberi di mango, piantagioni di banane, palme da cocco, alberi del pane e bambù giganti. Nel suo centro, piantagioni di dylang-ylang, le cui misteriose fragranze floreali imbalsamano l'isola nelle ore del mattino. Le sue foreste di cannella, vaniglia, citronella e altre spezie o piante profumate stupiscono il metropolita che le conosceva solo sulle bancarelle dei supermercati prima di scoprirle a Mayotte. Una vegetazione più secca verso sud rivela i maestosi baobab, alcuni dei quali hanno più di cent'anni, che amano crescere lungo le spiagge o su colline dai dolci pendii. Per perfezionare il tutto, e per la gioia di tutti, il maki, il lemure di Mayotte, ha l'abitudine di muoversi, sempre in piccoli clan, a certe ore del mattino o nel tardo pomeriggio. È quindi abbastanza facile da vedere non appena ci sono grandi alberi. Il lemurus fulvus mayottensis convive con il gattuccio, un grosso pipistrello che può raggiungere quasi un metro di apertura alare. State tranquilli, è vegetariana e non aggressiva, tranne che con i maki, con i quali combatte per i frutti degli alberi.

Cambio di scenario e di autenticità

Sia africana che malgascia, Mayotte offre un cambio di scenario in tutta sicurezza: zebù al pascolo sul ciglio della strada, convivialità della riunione intorno a uno spiedo la sera, risate rumorose e comunicative dei bouénis, bambini che corrono dietro a un pneumatico che corre lungo la strada, pescatori che scivolano sulla superficie della laguna... Questi momenti di vita quotidiana sono perle che rendono l'esperienza unica e incantevole.

Amichevole e semplice

I Mahorais sono a prima vista piuttosto timidi e riservati, quindi non bisogna esitare a mostrare loro interesse, perché la gentilezza e la generosità sono sempre presenti. Così, per esempio, non si è mai lasciati soli con una gomma a terra sul ciglio della strada, qualcuno verrà sempre a dare una mano. Questo è ciò che chiamiamo musada o slowraide, che è uno dei fondamenti dell'Islam e dell'isola. Particolarmente calorosa è anche l'accoglienza riservata agli espatriati , questi Mzungus che vivono sull'isola da qualche giorno o da qualche anno. Dall'aereo si crea una solidarietà che si prolunga ad ogni incontro, il viaggio e la scoperta sono condivisi a Mayotte.

Mayotte francese

Essere francese dà a Mayotte diversi vantaggi in termini di turismo. Il visitatore ha l'impressione di visitare un paese straniero durante il suo soggiorno in Francia. Andare dall'altra parte del mondo e a più di 9.000 chilometri dalla metropoli, soggiornando nel proprio paese, è un privilegio che pochissime nazioni conoscono.? Innanzitutto, da un punto di vista pratico: non c'è bisogno di passaporto o di visto, la moneta è l'euro e può essere ritirata al bancomat, l'ufficio postale e France Telecom vi operano come nella Francia metropolitana, proprio come SFR e Orange, gli operatori d'oltremare.Metropolitani, europei o abitanti dell'isola della Riunione (come molti di loro visitano l'isola) si orientano immediatamente quando sbarcano e si sentono sicuri grazie alla medicina moderna, a una polizia di prim'ordine, a trasporti affidabili, elettricità e telefoni che funzionano come a casa. Questo non è il caso degli altri paesi della regione, che hanno un tenore di vita molto più basso, come le Comore indipendenti, che sono le più indigenti.